Stamattina ho partecipato,presso la Asl di Taranto, alla riunione convocata dal Direttore Generale, Stefano Rossi, sul processo di internalizzazione di alcuni servizi della Sanità pubblica.

Erano presenti tutte le organizzazioni sindacali.

Si sta aprendo una fase storica per la Puglia con l’avvio di questo procedimento fortemente voluto dal Presidente Emiliano, in controtendenza rispetto alle altre regioni, dopo 10 anni rispetto a quello portato avanti da Vendola e Fiore.

Una riorganizzazione dei servizi importante per molteplici aspetti:garantisce condizioni occupazionali stabili a lavoratori di lunga data, assicura standard di qualità e di sicurezza dei servizi offerti, anche superiori rispetto a quelli attuali, significativi risparmi per la spesa pubblica.

Nell’immediato si partirà con la stabilizzazione dei lavoratori del CUP e dei servizi informatici, circa 220 unità lavorative. Ma l’obiettivo della Regione è internalizzare altresì i servizi del 118, della logistica e della distribuzione del farmaco.

Grazie al contributo dei rappresentanti sindacali dei lavoratori c’è stato un costruttivo confronto sulle modalità di assunzione. E’stato  proposto dai sindacati, tutti, il contratto AIOP per tutti i lavoratori da internalizzare. E’ emersa l’esigenza di conoscere un cronoprogramma e dunque i vari  step della procedura di internalizzazzione.

Nel mio intervento ho fatto notare che la procedura da adottare dovrà essere unica su base regionale, dunque rispettare le indicazioni del Dipartimento della promozione della salute, come delle OOSS regionali, poichè l’internalizzazione verrà applicata in tutte le ASL della Puglia.

Al momento la  Asl di Taranto fa da apripista e ciò rappresenta un fatto importante, soprattutto in questo delicato momento storico per la città jonica. Ora stiamo tracciando una  strada che  grazie ai presupposti normativi, giuridici e amministrativi, potrà portare quel miglioramento ai servizi resi alla collettività dal nostro Sistema Sanitario regionale oltre ad un notevole risparmio di bilancio.